.
Annunci online

Assemblea Regionale PD, 14.11.2009 - Silvia Gadda
post pubblicato in Diario, il 20 novembre 2009
E tempo di cambiare. Questo lo slogan dell'Assemblea Lombarda del Partito Democratico che si è svolta a Lodi lo scorso 14 novembre 2009.
Dall'opposizione all'altermativa. Il riferimento è alla quarta ricandidatura di Roberto Formigoni quale Presidente della Regione.
Oltre 350.000 democratici hanno eletto nelle primarie di ottobre i 400 delegati Lombardi, chiamandoli a lavorare per cambiare la Lombardia.
Lorenzo Guerini, Sindaco di Lodi e neopresidente dell'assemblea regionale, ha aperto i lavori del PD Lombardo. La relazione è stata svolta da Maurizio Martina neo Segretario Regionale del PD Lombardia.
Molti gli interventi, tra cui Rosy Bindi. Dopo Maurizio Martina, a inaugurare i lavori e il nuovo corso del PD, Silvia Gadda, Segretaria regionale dei Giovani democratici della Lombardia. Vedi video>>
Primarie PD: i risultati in Lombardia
post pubblicato in Diario, il 29 ottobre 2009
Grandissimo successo per le primarie del Partito Democratico in Lombardia. Nella nostra regione infatti gli elettori del 25 ottobre 2009 sono stati più numerosi  rispetto a quelli delle primarie del 2007: i 356.350 cittadini che si sono recati ai seggi e ai gazebi allestiti in tutti i comuni hanno dimostrato  così la grande voglia di partecipazione e di rinnovamento della popolazione lombarda. Un ringraziamento speciale quindi a tutti i partecipanti e soprattutto alle migliaia di volontari che in tutta la regione si sono spesi per l'organizzazione di questa straordinaria giornata di democrazia.

I risultati in Lombardia hanno visto una prevalenza di Pierluigi Bersani sul piano nazionale e una riconferma di Maurizio Martina alla segreteria regionale. Ecco i dati nel dettaglio: per quanto riguarda i voti per il Segretario nazionale del Partito Democratico, Pierluigi Bersani  ha ottenuto 191.454 voti (pari al 54%) Dario Franceschini 93.887 (pari al 26,50%) e 12.225 voti dalla lista Serracchiani-Franceschini (pari al 3,45%), e Ignazio Marino 56.713 voti (pari al 16,01%). A livello regionale invece con 190.377 voti (pari al 54,04%), Maurizio Martina è eletto Segretario regionale della Lombardia; Emanuele Fiano ha ottenuto 102.694 voti (pari al 29,15%) e Vittorio Angiolini 59.208 voti (pari al 16,81).

Le tabelle con i dettagli e l'elenco dei delegati eletti all'Assemblea nazionale e all'Assemblea regionale sono disponibili sul sito www.pdlombardia.it
Contro l’omofobia. I giovani scendono in campo. Azioni e o.d.g. in tutti i Consigli comunali della Lombardia, in provincia di Milano e in Regione
post pubblicato in Diario, il 9 ottobre 2009

Un ordine del giorno in merito all’allarmante aumento degli episodi di violenza omofoba presentato entro fine ottobre in tutti comuni della Lombardia, nei Consigli provinciali, a partire da quello di Milano, e – per finire – in Consiglio regionale. È questa la rilevante iniziativa lanciata dai Giovani Democratici Lombardi, dopo aver raccolto su Facebook più di 1300 adesioni al gruppo Giovani Democratici contro l’omofobia.

 

“Aderiamo alla manifestazione nazionale a Roma del 10 ottobre mediante un’azione concreta in Lombardia nelle istituzioni. L’obiettivo è semplice: far parlare delle tante discriminazioni legate all’orientamento sessuale che troppo spesso rimangono avvolte nel silenzio e aiutare a prevenirle – spiega il Segretario regionale dei Giovani Democratici della Lombardia Silvia GaddaLa persona va valorizzata e tutelata indipendentemente dalla razza, dal genere, dalle scelte religiose o dall’orientamento sessuale. Servono perciò norme adeguate contro l'omofobia, ad oggi non contemplata nella legislazione italiana nonostante le sollecitazioni fatte dall'Unione Europea al nostro Paese. Lanciamo una sfida al centrodestra: approviamo ovunque e all’unanimità questo impegno contro la violenza.”

 

L’ordine del giorno impegna infatti le amministrazioni locali e la Regione a sensibilizzare sul tema della diversità sessuale e sollecita il Governo ad approvare in tempi brevi in Parlamento una Legge contro le discriminazioni legate all'orientamento sessuale.

L’iniziativa, sostenuta anche dal Segretario regionale del PD della Lombardia Maurizio Martina, è già stata raccolta dai gruppi consiliari del PD e dal gruppo PD in Regione, che hanno aderito attraverso i loro capigruppo: Pierfrancesco Majorino per il Comune di Milano, Matteo Mauri per la Provincia di Milano e Carlo Porcari per il Consiglio Regionale della Lombardia.

 

“Con grande convinzione – dichiara Pierfrancesco Majorino - sostengo e sosterrò tutti gli sforzi che vanno nella direzione di combattere le discriminazioni. A partire da questo principio di fondo intendo presentare in consiglio comunale una mozione che dichiari Milano città che odia l'odio verso le persone omosessuali. Siamo di fronte ad un'ondata di violenze che affondano le proprie radici in una ostilità di carattere culturale variamente presente nella società italiana. E penso che le istituzioni debbano fare molto di più per sconfiggere la pratica della discriminazione e la paura verso la diversità.”

 

“L’escalation di episodi omofobici – dichiara Matteo Mauri, capogruppo del PD nel Consiglio provinciale di Milano – a cui stiamo assistendo in questi ultimi mesi ci preoccupa molto e rende necessario aprire una riflessione sulla mancanza di una ferma condanna e indignazione sociale. Serve un segnale forte e inequivocabile che argini e isoli chi si rende protagonista di queste violenze e fermi  questi episodi di intolleranza barbara”.

 

“Chiediamo al Consiglio regionale – afferma Carlo Porcari - di approvare un impegno a promuovere progetti di educazione al rispetto della diversità in collaborazione con le istituzioni scolastiche e a chiedere al Presidente della Camera dei Deputati l’accelerazione dell’iter parlamentare della proposta di legge contro l’omofobia. Il rispetto delle diversità è alla base della democrazia. Nel Paese che abbiamo in mente e che vogliamo gli spregevoli atti di violenza degli ultimi mesi non possono avere cittadinanza”.

 

Non solo Congresso dunque per i giovani del PD. “Il congresso di un grande partito come il nostro è un momento di democrazia importante, ma non facciamo calare il sipario sui problemi del Paese” commenta Silvia Gadda.

Ancora cento passi. Domani a Ponteranica!
post pubblicato in Diario, il 25 settembre 2009
Il circolo del Partito Democratico di Ponteranica, i Giovani Democratici e tutto il Partito Democratico aderisce e sostiene la manifestazione “Ancora cento passi” promossa a Ponteranica dal Comitato Peppino Impastato di Ponteranica, associazione Libera e Casa della Memoria di Cinisi. Insieme alle tre associazioni chiediamo il ripristino della targa e l´intitolazione della biblioteca di Ponteranica a Peppino Impastato in seguito alla decisione dell´amministrazione comunale e del sindaco leghista Aldegani di Ponteranica di rimuoverla. Impastato venne ucciso dalla mafia per la sua lotta di impegno culturale, sociale e politico; manifestiamo per promuovere i valori testimoniati da Peppino: giustizia, legalità, solidarietà, accoglienza. Quella targa per tutti noi è simbolo di questi valori. Invitiamo tutti coloro che hanno a cuore il tema della legalità e si impegnano quotidianamente per mantenere viva la memoria delle vittime di tutte le mafie ad essere presenti.
Come spiega Damiano Fustinoni, coordinatore del circolo del PD di Ponteranica e responsabile formazione dei GD di Bergamo, il Partito Democratico decide di partecipare alla Manifestazione senza bandiere o segni identificativi del Partito, ma semplicemente con il simbolo proposto dai tre organizzatori (palloncino bianco con volto di Peppino), perché crede che i valori alla base della manifestazione siano di tutta la società civile. Diverse storie s’incontreranno sabato per percorrere tutti insieme ancora cento passi con Peppino.
Aderiscono e saranno presenti domani i consiglieri provinciali Mirosa SERVIDATI (segretaria provinciale) e Matteo ROSSI, il consigliere regionale Giuseppe Benigni, gli onorevoli Giovanni SANGA e Antonio MISIANI, il senatore Mauro CERUTI, il segretario regionale Maurizio MARTINA la segretaria regionale dei Giovani Democratici Silvia GADDA (portavoce PD Albino) e il segretario provinciale dei Giovani Democratici Davide CASATI.
"Nel nostro agire politico, noi aderenti al Partito Democratico, ci faremo responsabili dei valori emersi da questa occasione d’incontro e lotteremo per il ripristino della targa così come abbiamo fatto in questi giorni: sostenendo la raccolta di firme per la petizione popolare, promossa dal Comitato Peppino Impastato di Ponteranica, e presentando un’interrogazione parlamentare attraverso i nostri onorevoli Sanga e Misiani" conclude Fustinoni, tra gli organizzatori dell'iniziativa.
Info sul caso a Ponteranica>>

Sfoglia ottobre        dicembre
calendario
cerca