.
Annunci online

Primarie PD: i risultati in Lombardia
post pubblicato in Diario, il 29 ottobre 2009
Grandissimo successo per le primarie del Partito Democratico in Lombardia. Nella nostra regione infatti gli elettori del 25 ottobre 2009 sono stati più numerosi  rispetto a quelli delle primarie del 2007: i 356.350 cittadini che si sono recati ai seggi e ai gazebi allestiti in tutti i comuni hanno dimostrato  così la grande voglia di partecipazione e di rinnovamento della popolazione lombarda. Un ringraziamento speciale quindi a tutti i partecipanti e soprattutto alle migliaia di volontari che in tutta la regione si sono spesi per l'organizzazione di questa straordinaria giornata di democrazia.

I risultati in Lombardia hanno visto una prevalenza di Pierluigi Bersani sul piano nazionale e una riconferma di Maurizio Martina alla segreteria regionale. Ecco i dati nel dettaglio: per quanto riguarda i voti per il Segretario nazionale del Partito Democratico, Pierluigi Bersani  ha ottenuto 191.454 voti (pari al 54%) Dario Franceschini 93.887 (pari al 26,50%) e 12.225 voti dalla lista Serracchiani-Franceschini (pari al 3,45%), e Ignazio Marino 56.713 voti (pari al 16,01%). A livello regionale invece con 190.377 voti (pari al 54,04%), Maurizio Martina è eletto Segretario regionale della Lombardia; Emanuele Fiano ha ottenuto 102.694 voti (pari al 29,15%) e Vittorio Angiolini 59.208 voti (pari al 16,81).

Le tabelle con i dettagli e l'elenco dei delegati eletti all'Assemblea nazionale e all'Assemblea regionale sono disponibili sul sito www.pdlombardia.it
I giovani Lombardi si appellano a Veltroni: si voti anche di sabato
post pubblicato in Diario, il 22 ottobre 2008

Compattezza e determinazione nel chiedere al Comitato promotore Nazionale dei Giovani Democratici e ai massimi dirigenti del Partito Democratico di estendere la data del voto per le Primarie dei Giovani Democratici anche a sabato 22 novembre. È quanto emerso dalla riunione del Comitato Promotore Regionale, del Collegio dei Garanti, dei Comitati Promotori Provinciali e dei Rappresentanti territoriali dei Giovani Democratici della Lombardia, svoltasti ieri pomeriggio a Milano. Durante l’incontro sono emersi tutte le difficoltà e i gravi problemi legati alla scelta di limitare il voto dei giovani nella sola giornata di venerdì 21 novembre. Moltissimi ragazzi e ragazze che studiano e lavorano sarebbero di fatto impossibilitati a partecipare. Molti Comitati Provinciali, inoltre, hanno evidenziato l’assoluta incapacità organizzativa di garantire l’apertura dei seggi in modo capillare durante un solo giorno settimanale.

Alla riunione dei giovani democratici lombardi ha preso parte anche una Rappresentante del Comitato Promotore Nazionale, che ha raccolto le istanze della nostra Regione e ha illustrato alcune delle ragioni delle ultime decisione assunte da Roma sui Giovani Democratici.  Alla fine della riunione è stato approvato, all’unanimità, un appello inviato a Walter Veltroni e al CPN per chiedere di estendere alla giornata di sabato 22 novembre le operazioni di voto per le Primarie su tutto il territorio nazionale, o - in subordine – almeno a tutto il territorio della regione Lombardia. Il CPR, in sinergia con il Collegio dei Garanti,  si è assunto il compito di garantire, su tutto il territorio regionale, il regolare e democratico svolgimento delle operazioni di voto nelle due giornate. Nell'eventualità, grave e si spera remota, di non accoglimento di almeno una delle richieste avanzate, i Giovani Democratici della Lombardia si sono riservati, in piena autonomia, di decidere quali iniziative mettere in campo per favorire la massima partecipazione possibile al processo di costruzione dell'organizzazione giovanile del PD per il proprio territorio di competenza.

Sfoglia settembre        novembre
calendario
cerca