.
Annunci online

Ancora cento passi. Domani a Ponteranica!
post pubblicato in Diario, il 25 settembre 2009
Il circolo del Partito Democratico di Ponteranica, i Giovani Democratici e tutto il Partito Democratico aderisce e sostiene la manifestazione “Ancora cento passi” promossa a Ponteranica dal Comitato Peppino Impastato di Ponteranica, associazione Libera e Casa della Memoria di Cinisi. Insieme alle tre associazioni chiediamo il ripristino della targa e l´intitolazione della biblioteca di Ponteranica a Peppino Impastato in seguito alla decisione dell´amministrazione comunale e del sindaco leghista Aldegani di Ponteranica di rimuoverla. Impastato venne ucciso dalla mafia per la sua lotta di impegno culturale, sociale e politico; manifestiamo per promuovere i valori testimoniati da Peppino: giustizia, legalità, solidarietà, accoglienza. Quella targa per tutti noi è simbolo di questi valori. Invitiamo tutti coloro che hanno a cuore il tema della legalità e si impegnano quotidianamente per mantenere viva la memoria delle vittime di tutte le mafie ad essere presenti.
Come spiega Damiano Fustinoni, coordinatore del circolo del PD di Ponteranica e responsabile formazione dei GD di Bergamo, il Partito Democratico decide di partecipare alla Manifestazione senza bandiere o segni identificativi del Partito, ma semplicemente con il simbolo proposto dai tre organizzatori (palloncino bianco con volto di Peppino), perché crede che i valori alla base della manifestazione siano di tutta la società civile. Diverse storie s’incontreranno sabato per percorrere tutti insieme ancora cento passi con Peppino.
Aderiscono e saranno presenti domani i consiglieri provinciali Mirosa SERVIDATI (segretaria provinciale) e Matteo ROSSI, il consigliere regionale Giuseppe Benigni, gli onorevoli Giovanni SANGA e Antonio MISIANI, il senatore Mauro CERUTI, il segretario regionale Maurizio MARTINA la segretaria regionale dei Giovani Democratici Silvia GADDA (portavoce PD Albino) e il segretario provinciale dei Giovani Democratici Davide CASATI.
"Nel nostro agire politico, noi aderenti al Partito Democratico, ci faremo responsabili dei valori emersi da questa occasione d’incontro e lotteremo per il ripristino della targa così come abbiamo fatto in questi giorni: sostenendo la raccolta di firme per la petizione popolare, promossa dal Comitato Peppino Impastato di Ponteranica, e presentando un’interrogazione parlamentare attraverso i nostri onorevoli Sanga e Misiani" conclude Fustinoni, tra gli organizzatori dell'iniziativa.
Info sul caso a Ponteranica>>

Peppino Impastato: indegna la rimozione della targa a Ponteranica. Protesta GD
post pubblicato in Diario, il 11 settembre 2009
Nel comune di Ponteranica, in provincia di Bergamo, l'amministrazione leghista neoeletta rimuove l'intitolazione della biblioteca comunale a Peppino Impastato, giovane siciliano politicamente impegnato e ucciso nel 1978 dalla mafia.
La vecchia targa è stata tolta e presto verrà sostituita con quella decisa dalla Giunta leghista guidata da Cristiano Aldegani, che in virtù della passione leghista per la tradizione locale ha deciso di intitolare la biblioteca a padre Giancarlo Baggi.
Cresce in queste ore l'indignazioni di cittadini, associazioni e forze del centrosinistra, decisi a dare battaglia contro la rimozione della targa, installata dalla precedente giunta di centrosinistra «Un atto indegno, sintomo di una politica dove la volontà di rivalsa prevale sui valori. Rimuovendo la targa voluta ai tempi dal Comitato Peppino Impastato di Ponteranica, composto in larga parte da giovani, la Lega rimuove dalla memoria collettiva una delle poche figure che in questi anni riescono a trasmettere alle giovani generazioni il senso e della bellezza dell'impegno civile» commenta Silvia Gadda, Segretaria regionale dei giovani del PD, che proprio a Peppino Impastato ed Aldo Moro avevano voluto dedicare la prima Festa Democratica provinciale.  «E' con gesti così, rapidi ma fortemente simbolici, che si fa da sponda a una cultura sempre meno preoccupata da fenomeni di corruzione e di mafia (presenti in misura forte anche nella nostra Regione) e sempre più ostile al pluralismo».
Domenica 13 settembre la Pedalata e concerto per la pace organizzata dalla Tavola della Pace Valle Brembana sarà l'occasione per far vivere la memoria di Peppino Impastato e della sua battaglia contro la mafia e per la libertà. «In quell'occasione raccoglieremo firme per un'azione legale contro la decisione del sindaco» spiega il consigliere di minoranza PD Damiano Fustinoni.
Inoltre in cantiere un'iniziativa tutta dedicata a Peppino Impastato, con contributi teatrali e letterari. Far crescere la memoria dipende anche da te! Se sei disponibile a portare il tuo contributo artistico  in ricordo di Peppino Impastato e dei suoi valori, scrivi a giovani@pdlombardia.it
Sfoglia agosto        ottobre
calendario
cerca